sabato 7 febbraio 2009

Pro Loco Montacuto - La Chiesa di Mantacuto








Piccolo e sconosciuto gioiello del barocco piemontese

La Chiesa di Montacuto, piccolo e sconosciuto gioiello del barocco piemontese, è arroccata su un promontorio pre-appenninico e domina, con il castello dei Marchesi Frascaroli, la valle del Museglia.

La zona ha avuto la sua maggiore importanza storica nel VII secolo quando una linea di castelli fortificati servì a sbarrare la strada agli invasori barbarici: solo nel 1922, anno in cui venne costruita la strada che da San Sebastiano porta a Montacuto, la zona è facilmente praticabile: stupisce, di conseguenza, la presenza di questa Chiesa settecentesca che rimase, dalla data della sua costruzione e fino a pochi decenni fa, pressoché sconosciuta, e non perché fosse trascurabile ma perché ubicata in un luogo quasi inaccessibile.


La Pieve

Alcuni capitelli romanici di rozza fattura, che oggi posti sul sagrato servono come sedili, ci dicono chiaramente che prima dell’attuale Chiesa ne esisteva certamente un’altra di stile romanico, la cui datazione si può, dall’esame di una lapide posta sull’archivolto della canonica, con qualche ragionevolezza, collocare nel XV secolo.

L’antica Pieve di San Bartolomeo risale al XII secolo; era situata a Solarolo e nel 1406 fu trasportata nel luogo dove è presente la Chiesa attuale.
Ora il patrono della Parrocchia di Montacuto è San Pietro.

...


Fonte

2 commenti:

Paolo Musolino ha detto...

Bellissima immagine e soprattutto grazie per aver fatto conoscere uno spaccato d'Italia veramente eccezzionale...
Con sinpatia
Paolo Musolino

Roberto ha detto...

Grazie a te!

Quanto monotona sarebbe la faccia della terra senza le montagne.

Immanuel Kant

Lettori fissi

Di tutte le cose che la saggezza procura per ottenere un'esistenza felice, la più grande è l'amicizia.

Epicuro

Archivio blog